Chi soi mi???

El Maéstron

Veraménte on grosso pérsonajo, ruspante al massimo che altèrna vacade scrite co la péna co vacade dite co la boca. El ze  stà uno dei primi colaboratori de la Scantabauchi, el ga scrito anca divèrsi libri;  el vaga in giro de baucon par el mondo a propore pérsonagi de la profonda canpagna vèneta. Ben riussìa l'interprétassion in varie ocasion del famoso bocia "Gigéto el mona"... Se véde che par via de mona no se sa da dove cavàrghene e dove metàrghene! 

Walter Basso (éditore casa éditrice Scantabauchi) 

 

 

El Maéstron,

al secolo Angelo Romano Garbin, consiglière comunale cavarzérano, cuoco per passione, che déve il soprannome al mestière di maèstro eleméntare, esércitato per molti anni con l’indispénsabile compleménto didattico della sua chitarra, e alla sua notévole mole, variabile tra i 110 e i 140 chili. El Maestron è conosciutissimo a Cavarzere e dintorni e, da quando fa il pénsionato statale, grazie anche al consolidato rapporto con lo scrittore padovano Walter Basso, si è dédicato con passione al récupero delle tradizioni gastronomiche locali, altérnando le sue préstazioni come cuoco, alla scrittura di barzellétte e filastrocche rigorosaménte in "lingua vèneta". Dall’unione di quéste sue passioni è nato un libèrcolo dal titolo «Spuncioti e vin» dove sono eléncati oltre una cinquantina di spuntini che si trovano ancora oggi nei bàcari di Venezia e nelle osterie di terrafèrma. Al piatto tipico il Maestron associa sémpre il vino, rosso o bianco, fermo o frizzante che meglio lo accompagna. Piatti povéri, perché fatti con quéllo che una volta era il pésce meno pregiato, ma non per quésto meno gustoso, o con le verdure o con le uova. Atténzione, pérò, avvèrte il nostro, che qualche oste, ormai, li vénde a péso d’oro. Le ricétte sono poi intérvallate da raccontini, provèrbi e battute. Il libèrcolo si può acquistare direttaménte dal sito https://maestron.jimdo.com nelle édicole e nélle librérie di Cavarzere e dintorni, oppure scrivendogli ai seguénti contatti: maestron@alice.it L'autore, conscio che nella vita non si è mai finito di imparare da chicchéssia, aspètta suggeriménti (molti) e pure critiche (poche pérò) dai lèttori. 

Ai rompicoglioni invéce, che purtroppo non mancano mai, ed ai baciabanchi, che arricciano il naso e si scandalizzano con troppa facilità, consiglia vivamente una bella cura, per via anale, a base di supposte di "Cazzolina purissima" magari di origine africana...sono per quéste pérsone, le più medicaméntose...

Consiglìato soprattutto a uno psèudo giornalista, pièno di arie, anzi, détto in lingua vèneta: PIEN DE MONA, che si vanta tanto, che si loda, ma chi si loda si sbroda, che ti fa un' ottima recénsione, e dopo, par una cosa che neanche ha mai detto l'autore, lo ha cancellato dal suo sito... ed ha tolto pure la recensione, bèh, El Maestron di lui proprio se ne sbatte altaménte i cocò e lo manda felicemente alle origini, ovverosia" in mona de so mare..."

Sito in léngua vèneta 

Mi trovate anche su

blog personale